Archivi categoria: ESX

PowerCLI: organizzare VM in cartelle

PowerCLIStavo organizzando le VM in vCenter in cartelle. Tutto ok, quando una macchina non voleva sapere si spostarsi tramite drag and drop… Uff!

Le seguenti operazioni non sono servite a nulla:
– Chiedere e riaprire il vSphere Client
– Refresh delle schermate
– Il fatto che ci siano snapshot e/o dischi RDM non è una discriminante

La PowerCLI ha invece risolto il tutto!
I comandi da eseguire:
Connect-VIServer nome.server
Move-VM -VM nome.VM -Destination nome.folder

Rinominare dischi VMDK

Provando a rinominare un file “vmdk” dal vSphere Client viene restituito il seguente errore:

At the moment, vSphere Client does not support the renaming of virtual disks as the machines that use this disk may loose access to the disk

Quindi…

  1. Prendere nota del nome del vmdk e del “Virtual Device Node
  2. Rimuovere il disco dalla VM dagli “Edit Setting” senza cancellarlo
  3. Collegarsi in SSH al nodo ESX (nel caso abilitare le connessioni SSH)
  4. Posizionarsi nella directory dove è memorizzato il disco da rinominare (cd vmfsvolumemes<nome.del.dastore>etc…)
  5. Rinominare il file con vmkfstools -E vecchio-nome.vmdk nuovo-nome.vmdk
  6. Ricollegare il disco alla VM con lo stesso “Virtual Device Node

Tutto ciò in attesa che VmWare ci permetta di farlo da interfaccia grafica…

 

VMware vCenter Update Manager: the host returns esxupdate error code:7

Farm vSphere con due nodi ESXi 5.0: aggiornamenti.

Col primo tutto fila liscio, col secondo, ovviamente, no… “The host returns esxupdate error code:7. Cannot download VIB. Check the Update Manager log files and esxupdate log files for more details.”

Per sbloccare la situazione, mi sono collegato in SSH sull’host ed ho eseguito il seguente comando:

qualche secondo di “chissà che stà a fà” e sullo schermo mi appare

Via di nuovo di update manager dal client vSphere senza errori! 🙂

Abilitare accesso SSH da utenza ROOT

– Dalla service consolle fisica accedere come root
– Dopo esservi autenticati digitate: vi /etc/ssh/sshd_config
– Trovate  la riga con il parametro: PermitRootLogin da “no” a “yes”, chiudete l’editor e salvate
– Riavviate il servizio sshd con il seguente comando: service sshd restart

 

vediamo se riesco a ricordarmelo una buona volta… 🙂